Mussolini ed il ‘consiglio’ della Cassazione per l’adozione da parte di single.

Leggevo stamane la notizia riportata sul sito gaynews.com a questo link: http://jcsh.it/2l 

La Mussolini si trova d’accordo con la Cassazione sulla possibilità di un’eventuale adozione da parte di persone single. Ovviamente mette in chiaro che non è d’accordo con la questione adozione da parte di coppie gay. 

Testualmente dice: “… Questo spero proprio di no – afferma Mussolini – non si arriverà a cambiare la legge. Un conto sono i single, un conto le coppie omosessuali…” 

A prescindere questa differenza tra coppie etero e coppie gay, che non voglio analizzare adesso, mi domando come si comporteranno se l’adozione verrà richiesta da un single gay. 

Giocherà a favore solo il fatto di non essere dichiarati ? Oppure verranno fatte indagini, in barba alla privacy, per capire se il/la richiedente sono etero o gay ? E nel caso di un candidato bisessuale ? 

Io posso essere d’accordo sul fatto che l’adozione da parte di una coppia gay possa creare delle perplessità a molti in questo paese, ma non vorrei che alla fine, la solita ipocrisia risulti sufficiente a bypassare questo limite semplicemente non dichiarandosi; ed impedisca, inoltre, una vera discussione, serena e pacata, sul perché si o perché no all’adozione da parte di una coppia gay. 

Ovviamente non va sottovalutato il grosso problema della presa di posizione da parte della chiesa su questo argomento: già sta erigendo una barricata alla sola idea di dare in adozione ad un/a single. 

Riusciremo, almeno una volta in questo paese, a non farci imporre limiti da una entità che si definisce uno ‘stato sovrano’ e che, come tale, non ammette ingerenze da parte di altri stati, salvo poi ingerire eccome in casa degli altri ed in particolar modo nella nostra di casa ?!?! 

JC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.