Furia Cieca….

Non è certo in riferimento al film il titolo di questo post, piuttostoad una serie di emozioni che sono in grado di scatenare una cosa simile. Anche se poi ti fa star male per dei giorni e ti lascia intontito, instupidito, quasi in cerca di capire perché alla fine l’hai trattenuta.

Varie sicuramente sono le cause: la partenza di uno dei pochi veri amici, il rivedere altri due amici veri che non vedevi da po. Cose piacevoli e spiacevoli che in ogni caso sono come un masso che cadono in uno stagno … avviano un processo di onde che non puoi calcolare dove andrà a finire.
E purtroppo questa volta il movimento delle onde si è accumulato troppo in retta ed ha scatenato uno tsunami. Era un pezzo che non mi capitava più: le crisi di ira sembravano un ricordo lontano e passato, ed invece quasi a memoria del fatto che quella bestia che c’è in ognuno di noi non può essere tenuta a bada per sempre, domenica e risaltata fuori.
Il motivo scatenante al solito appare insensato per la reazione: una stampante che non voleva farsi vedere in rete. Ma so per certo che il motivo ha tutt’altre radici. Un po la partenza di Alberto, un po rivedere Paolo, Silvia ed i ragazzi, ma soprattutto una situazione che da mesi continuo a rimandare ed a non voler affrontare.
Purtroppo come sempre chi ha dovuto subire questa nuova ondata è Gilles. Nulla ha a che fare con le motivazioni della mia crisi, ma purtroppo lui era li, per fortuna lui era li. Come sempre in questi ultimi anni. Lui c’è sempre.
Mi fa male ancora di più avere bisogno di diversi giorni per riprendermi da questa crisi, giorni in cui il silenzio sulla questione sale, e sembra forse io non voglia nemmeno parlarne. Credo Gilles abbia capito ormai che le mie crisi non impiegano solo il tempo della fiammata in cui esse bruciano in maniera evidente, ma richiedono giorni per riprendermi fisicamente, ma sopratutto mentalmente: è strano come un accesso d’ira riesca a scombussolarti la mente a tal punto. E’ già successo in passato, ma non riesco ancora ad abituarmici. Ed a dire il vero spero di non abituarmici mai !!


Gilles, che dire: non so nemmeno io perché a distanza di cosi tanto tempo sia ri successo: eventi grossi ce ne sono stati, ma non credevo tali da rimettere in moto certi eventi. Sebbene credo dovrò affrontare quanto prima la questione di Angie. E’ dura per me, ma mi rendo conto perfettamente che sia dura anche per te. Dico solo grazie: non so quanti altri avrebbero la tua pazienza.


Ed a chi legge dico: l’ira fa parte di noi stessi, in una certa dose e parte della vita, ma attenti a voi quando prende il sopravvento e non lo volete… non ignorate la cosa: può richiedere anni poi sistemare i danni causati da 30 secondi di … Furia Cieca !!


JC

Licenza Creative Commons

Questo articolo è rilasciato sotto una licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 2.5 Italia License.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *