FaceBook VS Google+

 

Avendo del tempo libero, dovendo stare a letto, ho preso il portatile ed ho iniziato un controllo incrociato tra gli amici di Facebook e quelli di Google+ 
Il risultato è stato decisamente interessante: 
 

 

  • Fondamentalmente chi usa  uno di solito non usa l’altro; 
  • poi c’è un drappello non proprio piccolo di persone che hanno scoperto Google+ nel tempo e tengono aperti account sia su una piattaforma che l’altra; 
  • ed alla fine c’è uno sparuto gruppetto che si è traferito definitivamente da Facebook a Google+

 

 
Io appartengo al secondo gruppo: avevo aperto il profilo su Facebook tempo fa, l’ho sempre usato poco, perché, in breve tempo, ho realizzato che alle fine più che veder scritto di che colore era la camicia indossata al mattino, oppure veder caricate tonnellate di foto fatte dal cellulare senza nemmeno un commento, non c’era. Insomma un mezzo potente che veniva usato in maniera molto leggero. Chiaramente la scelta di usarlo in maniera leggera o più seriosa è una cosa soggettiva, ma speravo con il tempo di vedere oggetti più interessanti nei post di Facebook. Invece l’andazzo è rimasto sempre quello, pazienza.
 
Poi è nato Google+ e mi ci sono iscritto più per curiosità che per altro. Ero convito, inizialmente, che sarebbe stato un mero tentativo di clonazione di Facebook e nulla di più, con la conseguenza che non sarebbe vissuto più di tanto come sito.
 
Ed invece, con mia grande e piacevole sorpresa, resistendo alla tentazione di abbandonarlo per il, logico, scarso traffico iniziale, ho continuato a seguire entrambe le piattaforme, e devo dire con una certa soddisfazione. Google+ ovviamente a mio parere, si sta dimostrando più interessante. Non che Google+ sia scevro da post del tipo leggero, ma tendenzialmente sembra che gli utilizzatori di Google+ siano più portati ad usare la piattaforma come un mezzo di confronto su argomenti ANCHE non leggeri. 
 
Non voglio mettere a confronto le capacità tecniche delle due piattaforme, non è questo lo scopo di questo post, ma parlando di metodologia di utilizzo, ho avuto, con lo scorrere del tempo, la sensazione che Google+ sia più adatta a chi cerca un confronto, e non solo ad una forma pubblica di diario. Giornalmente si creano dei post “più seguiti” che sono capaci di raccogliere centinaia di commenti nel giro di poche ore. Mi rendo conto che leggersi un centinaio di commenti su di un post possa alla fine risultare faticoso, ma questo esempio rede, secondo me, la differenza principale tra Facebook e Google+ 
 
Non fraintendetemi: non è che voglio dire che Facebook sia faceto e Google+ sia serioso. Anche su Google+ si possono trovare post di ricette per una pasta veloce, o una recensione sull’ultimo libro pubblicato dal nostro autore preferito. Però, salvo rari casi, post più interessanti li trovo di norma solo su Google+
 
Alla fine va da sé che ogni persona può decidere di usare il proprio account per quello che gli pare, ma alla fine della mia analisi posso dedurre che:
 
 
  • Gli amici di Facebook che vogliono trattare un argomento un po’ oltre il faceto di solito lo fanno su Google+;
  • i mezzi tecnici messi a disposizione dalle due piattaforme si equivalgono di solito, sebbene alcuni di quelli di Google+ li trovo più comodi ed efficienti, ma questa è ovviamente una questione soggettiva;
  • alla fine, credo continuerò a tenere entrambi gli account, ma se dovessi arrivare al punto di dover scegliere credo opterei per Google+: ci sarà sicuramente meno gente registrata, ma trovo più “corpo” nei post che ci leggo;

 

 
Credo non sia necessario specificare che queste sono considerazioni personali e che non voglio convincere nessuno ad usare più una piattaforma rispetto ad un’altra: dico solo, se siete utenti solo di Facebook, provate ad iscrivervi a Google+ ed a passarci un po’ di tempo, magari alla fine concorderete con me!!
 
JC
 
 

Licenza Creative Commons

Questo articolo è rilasciato sotto una licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 2.5 Italia License.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *