Berlusconi e le unioni Gay

Estratto da un articolo che potete leggere in questa pagina http://jcsh.it/30
Finche’ governeremo noi il Paese le unioni omosessuali non saranno mai equiparate alla famiglia tradizionale”. Lo ha garantito il premier Silvio Berlusconi, intervenendo al congresso dei cristiano riformisti. Ma non e’ l’unico “mai” che Berlusconi pronuncia: “finche’ governeremo noi non ci sarà mai la possibilità di adozioni per i single ne’ per le coppie gay

Continuo a non capire… ma chi ha mai chiesto l’equiparazione ad una famiglia etero ?

Sento questa affermazione da molti politicanti della destra, ma: o non capiscono cosa vogliono i gay, o fanno finta di non capirlo.

I gay chiedono il riconoscimento della “coppia di fatto”. Questo non significa assolutamente che si voglia equiparare una coppia gay ad una etero.

Sta a significare che si richiedono quelle garanzie di diritto minime per non trovarsi in situazioni spiacevoli in certi momenti della vita.

Ci si lamenta sempre che le coppie gay sono instabili e non legate in maniera forte. Io stesso sono una dimostrazione del contrario: sono felicemente in relazione con il mio partner da oltre 15 anni di cui 10 di convivenza. Però quando lui è stato ricoverato per un piccolo intervento, ha dovuto compilare un documento che mi autorizzasse a poterlo visitare ed assistere in caso di bisogno. Questo perché pur dividendo la nostra vita in tutto compreso la condivisione dei conti correnti, per la legge, senza il suo consenso preventivo, non avrei avuto alcun diritto di assisterlo in caso di bisogno.

É vero che molti ospedali, compreso il nostro di Verona, non si sognerebbero mai di fiscalizzare su una cosa del genere, ed averi avuto comunque accesso al suo posto letto in caso di bisogno, una volta chiarita la mia posizione di suo partner, ma se volessero fare i fiscali io non averi avuto accesso ad informazioni sanitarie, o assistenze di alcun genere da parte mia verso di lui.

É vero che questo argomento innesca sempre molte discussioni, ma sarebbe ora che la gente in genere, ed i politicanti di conseguenza, capissero che al di la delle definizioni di bene e male, se due persone si amano e condividono la propria vita, non ha senso che lo stato tenti di intromettersi impedendo cose naturali come l’assistenza, o altri diritti come il subentro in una locazione, o la partecipazione alla linea ereditaria.

Io capisco che da noi, intendo nel nostro paese, un grosso problema sia lo sto stato Vaticano, ma trovo assurdo che per questioni elettorali, si debba arrivare al punto di impedire cose così naturali come i diritti base di una coppia, solo per aumentare la base elettorale che segue la religione cristiana.

Ok per un politico aumentare il numero dei propri elettori è forse il proprio primo scopo, ma questo non dovrebbe andare ad alienare i diritti di una o più categorie di persone.

Sarebbe bello che certe argomentazioni fossero escluse dalla vita politica, ma mi rendo conto che poi stilare la lista di cosa escludere e cosa no creerebbe ancora maggior confusione.

Il nostro è uno stato di diritto, ma pare che che questo non comporti l’inclusione dei diritti di tutti. É non dovrebbe essere permesso falsare le richieste di una categoria di persone, i gay per l’appunto. I gay, nella stragrande maggioranza dei casi, NON vogliono l’equiparazione del matrimonio, vogliono solo che sia loro riconosciuto il diritto di esistere in quanto coppia che si ama e vive insieme. Punto !

Forse al lettore sembrerà che io sia di parte in quanto gay, forse si, forse no… questo mio atteggiamento l’ho sia per questa questione che per altri simili che non riguardano i gay in particolare. Quindi no, non sono di parte per quanto questo possa sembrare strano. D’altronde chi mi conosce, sa bene che uno dei miei punti di forza è la coerenza.

Chiudo questo articolo con una speranza… che prima o poi la gente prima ed i politicanti poi, capiscano che riconoscerci il diritto di essere una famiglia non creerebbe alcun danno alle altre famiglie riconosciute dallo stato.

Solo vi prego signori politici: non aderite a questa causa SOLO per fare voti e poi dimenticandovene una volta eletti !!

JC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.